Accreditamento a pieni voti per la gastroenterologia dell'ospedale di Foligno




FOLIGNO - La Struttura complessa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’Ospedale di Foligno ha superato brillantemente la verifica esterna di accreditamento professionale SIED.

Il progetto di accreditamento SIED ha lo scopo di promuovere la qualità nei processi clinico-assistenziali nelle strutture di gastroscopia ed endoscopia e la formazione di validi professionisti in grado di garantire prestazioni sanitarie per soddisfare i bisogni dei cittadini.


L’accreditamento professionale SIED promuove il miglioramento continuo della qualità della pratica clinica nel rispetto di specifici requisiti e criteri e si propone di migliorare i servizi offerti. La verifica ha valutato gli aspetti scientifici/professionali, l’organizzazione dei processi  sanitari, l’utilizzazione di requisiti di qualità ampiamente riconosciuti dalla
comunità scientifica internazionale, periodicamente aggiornati, l’impiego di valutatori professioni SIED, scelti con criteri di imparzialità e secondo il concetto di revisione tra pari, la rivalutazione e accreditamento periodico ed il coinvolgimento di ANOTE (Associazione Nazionale degli Infermieri Operatori Tecniche Endoscopiche), che ha selezionato un gruppo di infermieri per affiancare SIED nel percorso di accreditamento.

Il processo di accreditamento professionale è stato coordinato dal dottor Ferruccio Farroni, direttore della SC Gastroenterologia ed endoscopia digestiva dell’Ospedale di Foligno, e dalla dottoressa Francesca Gori, dirigente del servizio aziendale Qualità e Accreditamento ed ha visto coinvolti direttamente tutti i medici ed infermieri appartenenti alla struttura. Tale risultato è la testimonianza pratica dell’uso del buon governo clinico in un modello misurabile. 

“Adeguare la cultura aziendale all’utilizzo di tali strumenti non è cosa facile – ha dichiarato la dottoressa Francesca Gori - per questo il Servizio Qualità e Accreditamento punta molto sulla formazione ed il training interno, proprio per la caratteristica strategica dell’Azienda di sviluppare risorse dall’interno”.

“La mission dell’Azienda – ha sottolineato il Direttore Generale, Imolo Fiaschini -  è stare dalla parte di chi chiede con la responsabilità di chi offre e questo credo sia la sintesi di quello che è oggi il governo clinico: attenzione al bisogno e alla qualità, ma anche alla sostenibilità. Il processo non si chiude con la certificazione o l’accreditamento ma da tali riconoscimenti riparte per migliorare continuamente la garanzia per i cittadini”.

 

(M. S. 20.10.2016)


Ultimo aggiornamento: 24/10/2016