Chirurgia Spoleto. Il direttore generale: "L'obiettivo è la crescita"







13.03.2013 - (M.S.) “Il reparto di Chirurgia dell’Ospedale di Spoleto cresce grazie ad una precisa programmazione che prevede la diversificazione delle varie specialità chirurgiche, l’introduzione di nuove tipologie di intervento e lo sfruttamento delle eccellenze esistenti”. 



Questo, in sintesi, l’immediato futuro della Chirurgia del San Matteo degli Infermi delineato dal Direttore Generale dell’Ausl n. 2, Sandro Fratini durante la conferenza stampa di questa mattina nella sala riunioni della Palazzina Micheli a Spoleto. A fianco del dottor Fratini, il Direttore Sanitario dell’Ospedale, Luca Sapori, il dottor Elio Di Zitti, che dirige momentaneamente il reparto di Chirurgia ed il dottor Enzo Ercolani, primario del reparto di Anestesia e Rianimazione.

“Abbiamo già inoltrato in Regione la richiesta del primariato dopo il pensionamento del dottor Luciano Casciola – ha spiegato il Direttore Generale, Sandro Fratini – intanto partiamo con un preciso progetto di riorganizzazione e potenziamento con l’introduzione di nuove tipologie chirurgiche che, per quanto riguarda la Ausl n. 2, verranno effettuate soltanto nel reparto dell’ospedale spoletino”.

Nel dettaglio il progetto di riorganizzazione prevede il mantenimento delle attività di Chirurgia generale in un reparto che sta funzionando a pieno regime anche nella Chirurgia robotica, grazie all’equipe formata dal dottor Casciola. Dall’Università degli Studi di Perugia arrivano inoltre il professor Ettore Mearini per la Chirurgia urologica e la professoressa Federica Burattini per quanto riguarda la Chirurgia pediatrica. Un’altra novità è quella della Chirurgia endocrinologia grazie alla presenza del dottor Michele D’Aiello, che terrà sedute operatorie settimanali. 


Ultimo aggiornamento: 02/10/2013