Giove (TR), effettuati 909 test sierologici e 507 tamponi naso faringei. La situazione al 28 aprile


TERNI - La scorsa settimana, da giovedì 23 a sabato 25 aprile, nella zona rossa di Giove, nel distretto di Narni - Amelia della Usl Umbria 2, sono stati effettuati 909 test sierologici rapidi su sangue capillare, che si sommano ai 507 tamponi naso faringei. E’ la conferma dell’impegno messo in campo dalla Regione dell’Umbria e dall’azienda sanitaria per monitorare lo stato di salute della popolazione interessata dal provvedimento di chiusura (ordinanza della Presidente Tesei del 9 aprile e successiva proroga al 3 maggio).

Su circa 1880 abitanti sono stati effettuati 909 test sierologici e 507 tamponi naso faringei. La popolazione presa in esame va dai 14 anni in su e il primo dato rilevante riguarda l’esito negativo di tutti i test effettuati nei residenti con fascia di età compresa tra i 14 ed i 18 anni.

 

TEST SIEROLOGICI SU SANGUE CAPILLARE - Prevedono il prelievo capillare di sangue che viene inserito in un dispositivo in grado di confermare anzitutto la correttezza dell’esecuzione e di individuare la presenza di anticorpi IgM, che compaiono rapidamente in caso di infezione e IgG che compaiono più tardivamente. In caso di esito negativo l’attendibilità del test rapido è pari al 97% (dato confermato da una recente indagine condotta dalla professoressa Antonella Mencacci, direttrice del Laboratorio di Microbiologia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia che ha messo a confronto gli esiti dei test sierologici con quelli dei tamponi naso faringei). Molto più bassa l’attendibilità dei test con risultato positivo, che deve essere confermato (o meno) da un successivo tampone naso faringeo.

 

ESITO DEI TEST RAPIDI - Su 909 test sierologici rapidi su sangue capillare effettuati, per 73 soggetti è stato necessario ricorrere ad ulteriore approfondimento con l’esecuzione del tampone. Di questi 13 soggetti sono risultati positivi (gli ultimi esiti dei tamponi sono pervenuti proprio in questi minuti quindi il dato è da considerare definitivo) che portano a 50 il numero complessivo dei casi Covid+ nel territorio di Giove dall’inizio dell’emergenza sanitaria (30 gli attualmente positivi).

 

L’indagine promossa dalla Regione Umbria ha permesso quindi di isolare 13 nuovi soggetti, tra l’altro totalmente asintomatici, ma positivi al Coronavirus che avrebbero potuto diffondere ulteriormente il contagio tra la popolazione.

 

La piena riuscita dell’indagine a tappeto è stata possibile grazie al contributo e al lavoro sinergico dell’Amministrazione Comunale di Giove, della Protezione Civile, delle Associazioni di Volontariato locali e regionali, delle forze dell’ordine e degli operatori, medici ed infermieri dell’Azienda Usl Umbria 2 distretto di Narni e Amelia diretto dal dr. Giorgio Sensini, che hanno messo in campo un’organizzazione efficace ed efficiente che ha garantito tempi rapidi di esecuzione ed evitato assembramenti.

Nota dell'assessore regionale alla Sanità Luca Coletto


Sono state infatti allestite nel territorio comunale tre postazioni con operatori sanitari impegnati nella sede del Pes (Punto Erogazione Servizi Usl 2) di Giove, in un ambulatorio mobile regionale ed in una unità che ha raggiunto a domicilio circa 40 soggetti con difficoltà di deambulazione.

 

L’effettuazione dei tamponi ai 50 soggetti risultati positivi dall’inizio dell’emergenza sanitaria ha permesso di individuare, attraverso un doppio tampone negativo a distanza di 48 ore, il numero confortante di 20 guarigioni e ciò sta a significare da un lato il buon controllo da parte dell’Azienda Usl 2 dello stato di salute della popolazione e dall’altro, anche se in maniera graduale, il ritorno alla normalità anche per il territorio di Giove.





COVID-19 TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

MISURE NAZIONALI DI CONTENIMENTO DEL CONTAGIO FINO AL 3 MAGGIO

FASE DUE - MISURE NAZIONALI IN VIGORE DAL 4 MAGGIO - DPCM 26.4.2020

DISPOSIZIONI E INFORMATIVE AZIENDA USL UMBRIA 2 ALLA POPOLAZIONE






CONTATTI

  
Numero verde gratuito, in Umbria per fornire tutte le informazioni utili sui fattori di rischio dell'infezione coronavirus Covid-19. Gli specialisti rispondono alla cittadinanza dalle ore 8:00 alle ore 20:00 dal lunedì alla domenica, al numero 800.63.63.63 mentre, per le ore notturne, si può contattare il numero di pubblica utilità del Ministero della Salute 1500.


MEDICI DI MEDICINA GENERALE E PEDIATRI DI LIBERA SCELTA AZIENDA USL UMBRIA 2

SERVIZIO DI IGIENE E SANITA' PUBBLICA AZIENDA USL UMBRIA 2

CONTATTI DIPARTIMENTO PREVENZIONE AZIENDA USL UMBRIA 2

CONTATTI GUARDIA MEDICA - CONTINUITA' ASSISTENZIALE







INFORMATI CORRETTAMENTE
MINISTERO DELLA SALUTE
REGIONE UMBRIA
ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA'
EPICENTRO
PROTEZIONE CIVILE
AIFA
AZIENDA OSPEDALIERA DI PERUGIA

AZIENDA OSPEDALIERA DI TERNI
AZIENDA USL UMBRIA 1
AZIENDA USL UMBRIA 2









           

          (A.T. 29.04.2020)










Ultimo aggiornamento: 29/04/2020