Incontro di presentazione del servizio "Uomini Fuori dalla Violenza"




TERNI - (A.T.) Si è svolto questa mattina a Terni, nella sala consiliare di Palazzo Spada,
l'incontro di presentazione del servizio "Uomini Fuori dalla Violenza" attivato in queste settimane dall'Azienda Usl Umbria 2.

Vi hanno preso parte, tra gli altri,

Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale dell'Umbria
Francesca Malafoglia, vicesindaco di Terni
Piera Piantoni, assessore al welfare Comune di Narni
Imolo Fiaschini, direttore generale dell'Azienda Usl Umbria 2
Mara Gilioni, coordinatore sociale Azienda Usl Umbria 2
Teresa Di Lernia, dirigente psicologo Azienda Usl Umbria 2



IL CONTESTO


Dati Istat 2015 -
La violenza contro le donne è fenomeno ampio e diffuso. 6 milioni 788 mila donne hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni: il 20,2% ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri. Sono 652 mila le donne che hanno subìto stupri e 746 mila le vittime di tentati stupri.


I partner attuali o ex commettono le violenze più gravi. Il 62,7% degli stupri è commesso da un partner attuale o precedente. Gli autori di molestie sessuali sono invece degli sconosciuti nella maggior parte dei casi (76,8%).


Il 10,6% delle donne ha subìto violenze sessuali prima dei 16 anni. Considerando il totale delle violenze subìte da donne con figli, aumenta la percentuale dei figli che hanno assistito ad episodi di violenza sulla propria madre (dal 60,3% del dato del 2006 al 65,2% rilevato nel 2014).

"Fermare il dramma quotidiano della violenza nei confronti delle donne - ha affermato il direttore generale dell'Azienda Usl Umbria 2 Imolo Fiaschini - è un imperativo, una battaglia di civiltà alla quale un servizio pubblico come l’azienda sanitaria non può in alcun modo sottrarsi".



L’IMPEGNO DELL’AZIENDA USL UMBRIA 2


“Uomini Fuori dalla Violenza”
è tra i primissimi servizi pubblici attivati a livello nazionale, il centro UFV è aperto a Terni, al centro di salute Colleluna in via del Modiolo 4 (centro commerciale “Le Fontane”) tutti i giovedì dalle 15 alle 18 e a Narni Scalo, presso il centro di salute di via Tuderte 12 tutti i lunedì, sempre dalle 15 alle 18.

 

Il nuovo servizio, che prevede l’attivazione di centri di ascolto a Terni e a Narni Scalo e un numero verde dedicato, si inserisce nell’ambito delle numerose attività sanitarie e di prevenzione promosse in favore delle donne dall’Azienda Usl Umbria 2 (programmi di screening regionali, collaborazioni con il centro antiviolenza, campagne di comunicazioni e attività consultoriali di grande impatto sociale), è stato attivato il 14 marzo a Terni e Narni in via sperimentale e presto sarà esteso a tutto il territorio di competenza dell’Azienda Usl Umbria 2.

 




ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO

"Abbiamo formato - ha spiegato il manager sanitario - un pool di operatori sanitari e psicologi, con particolare attenzione ai servizi di pronto soccorso e di emergenza-urgenza 118, con il compito di promuovere, presso i centri di ascolto e garantendo la massima riservatezza, colloqui individuali e incontri di gruppo con persone che, consapevoli di avere un problema con la violenza, intendono diventare uomini migliori. Puntiamo anche sull’informazione, sulla sensibilizzazione e sulla diffusione della conoscenza con una campagna informativa, l’utilizzo dei social media e del nostro sito web istituzionale".


L’obiettivo dichiarato è fornire un aiuto concreto e offrire un percorso di cambiamento a persone responsabili di comportamenti violenti nei confronti delle loro compagne o verso i familiari e contrastare il triste fenomeno, purtroppo in costante aumento, della violenza fisica e psicologica sulle donne.


ATTIVAZIONE SERVIZIO E CAMPAGNA INFORMATIVA


PRESENTAZIONE INIZIATIVA


GALLERIA FOTOGRAFICA PRESENTAZIONE SERVIZIO "UOMINI FUORI DALLA VIOLENZA" - PALAZZO SPADA 30.3.2016




RASSEGNA STAMPA E VIDEO INTERVISTE


La Usl 2 attiva due centri con psicologi per chi si rende protagonista ...

Umbria 24 News
Questa la rivoluzione lanciata dalla Usl Umbria 2, dalla Regione e dalle amministrazioni comunali di Terni e Narni per combattere ancora la violenza contro le donne. 'Uomini fuori dalla violenza', questo il nome del progetto che si concretizzerà in due ...


Usl Terni attiva centro ascolto per uomini autori di violenze

Conca Ternana Oggi
“Un servizio importantissimo e all'avanguardia nel panorama nazionale che si fa carico di intervenire su uomini autori di violenze consumate spesso nel contesto familiare su donne e minori”: lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia ...


Terni, al via centro d'ascolto della Usl 2 per gli uomini violenti

Terni Oggi
violenza-su-donna Uno sportello d'ascolto, dedicato agli uomini violenti, con la speranza che serva concretamente ad aiutare chi compie costantemente violenze verso compagne o familiari (l'ultimo caso proprio ieri sera). E' stato presentato questa ...


Violenza di genere: «Curiamo l'uomo»

umbriaON (Comunicati Stampa)
Massima riservatezza Il centro d'ascolto 'Uomini fuori dalla violenza' è aperto a Terni, al centro di salute Colleluna in via del Modiolo 4, tutti i giovedì dalle 15 alle 18 e a Narni Scalo, presso il centro di salute di via Tuderte 12, tutti i lunedì ...



Attivato centro ascolto uomini violenti

ANSA.it

(ANSA) - TERNI, 30 MAR - È il terzo in Italia attivato da strutture pubbliche e il primo in Umbria il nuovo Centro di ascolto "Uomini fuori dalla violenza" aperto dall'Azienda Usl Umbria 2 per offrire un percorso di aiuto e cambiamento alle persone ...



“UOMINI FUORI DALLA VIOLENZA”: ATTIVATI I CENTRI DI ASCOLTO A TERNI E NARNI E IL NUMERO VERDE... TERNINRETE mercoledì 30 marzo 2016
“UOMINI FUORI DALLA VIOLENZA”: ATTIVATI I CENTRI DI ASCOLTO A TERNI E NARNI E IL NUMERO VERDE...

Incontro di presentazione del nuovo servizio dell’Azienda Usl Umbria 2 a Palazzo Spada



Terni, la violenza sulle donne si combatte con un aiuto agli ...

www.umbriadomani.it/.../terni-la-violenza-sulle-donne-si-combatte-con-...

17 ore fa - Terni, la violenza sulle donne si combatte con un aiuto agli uomini. ... Ora c'è un centro d'ascolto Attivato dall'Usl Umbria 2 è operativo sul territorio ... di aiuto e cambiamento alle persone violente verso compagne o familiari.


“UOMINI FUORI DALLA VIOLENZA”: ATTIVATI I CENTRI DI ASCOLTO A TERNI E NARNI E IL NUMERO VERDE (VIDEOINTERVISTE) - L’Azienda Usl Umbria 2 ha attivato il Centro di Ascolto “Uomini Fuori dalla Violenza” e il numero verde 800.411.611 per fornire un aiuto concreto e offrire un percorso di cambiamento a persone responsabili di comportamenti violenti nei confronti ...

L’Azienda Usl Umbria 2 ha attivato il Centro di Ascolto “Uomini Fuori dalla Violenza” e il numero verde 800.411.611 per fornire un aiuto concreto e offrire un percorso di cambiamento a persone responsabili di comportamenti violenti nei…
www.terninrete.it
Piace a Francesco Filipponi, Silvia Calzuoli e Valeria Masiello.


USL TERNI ATTIVA CENTRO ASCOLTO PER UOMINI FUORI DALLA VIOLENZA


IL CORRIERE DELL'UMBRIA

CORRIERE NAZIONALE

LA NAZIONE

@USLUmbria2




  
Sito web istituzionale Comune di Terni

TERNI - (SPA) “Il centro antiviolenza rivolto agli uomini – ha detto la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini – è un altro tassello della rete dei servizi che siamo riusciti a costruire su tutto il territorio regionale per prevenire e fronteggiare un fenomeno preoccupante, che vede le donne vittime anche nella nostra regione di una violenza che nasce e  si sviluppa nelle famiglie. Gli interventi necessari sono quelli di tipo medico e culturale, con i coinvolgimento di tutti coloro che hanno un ruolo o che possono avere un ruolo fondamentale, dalle strutture sanitarie, alle forze dell’ordine, ai centri antiviolenza, alle case rifugio, all’associazionismo”.

“Importante sono i servizi – ha dichiarato il vicesindaco con delega al Welfare Francesca Malafoglia – fondamentale è l’aspetto culturale e di prevenzione. L’elemento culturale deteriorato va scardinato, con interventi che devono partire dalla formazione scolastica e che devono essere costantemente presente. Le nostre comunità sono  profondamente colpite da episodi di femminicidio che hanno effetti drammatici sulle donne colpite, sui minori coinvolti, sulla comunità in generale. Occorre uscire dalle logiche di attesa dell’irreparabile ma agire con servizi ridefiniti, che vanno a coprire i bisogni, quello della prevenzione e del contrasto della violenza di genere è sicuramente un bisogno della nostra società. Su questo fronte l'impegno è assoluto e la sinergia con istituzioni e soggetti pubblici e privati è fondamentale”. 




 
Sito web istituzionale Regione Umbria

Usl Terni attiva centro di ascolto per uomini fuori dalla violenza: presidente Marini, "un servizio importante per la prevenzione"


(aun) – Perugia, 30 mar. 016 – "Un servizio importantissimo e all'avanguardia nel panorama nazionale che si fa carico di intervenire su uomini autori di violenze consumate spesso nel contesto familiare su donne e minori": lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenendo oggi a Terni alla presentazione del Centro di Ascolto Uomini fuori dalla violenza, il servizio per gli uomini che sono protagonisti di comportamenti violenti nei confronti delle donne e che vogliono uscire da questa dimensione.


Si tratta di due strutture, una a Terni, al Centro salute Colleluna, in  via del Modiolo, in funzione il giovedì dalle 15 alle 18, e una a Narni Scalo, in via Tuderte, il lunedì dalle 15 alle 18. E' possibile il contatto telefonico al numero verde 800 411 611, centroufv@uslumbria2.it dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 14, per entrare in contatto con operatori specializzati. Il centro offre un percorso di cambiamento, per uscire dall'uso della violenza, guidato da psicologi attraverso colloqui individuali ed incontri di gruppo .


Presenti oltre alla presidente Marini, il vicesindaco di Terni Francesca Malafoglia, il direttore della UslUmbria2 Imolo Fiaschini, i medici e gli psicologi della Usl2 Mara Giglioni e Teresa Di Lenia, con la presenza di rappresentati delle forze dell'ordine e degli ordini professionali.


"Sinora – ha detto la presidente Marini – anche nella nostra regione si è pensato di dare vita a servizi di accoglienza per le donne vittime di violenza, quindi sono stati attivati i centri antiviolenza, il telefono donna, le case rifugio o il codice rosa per gli operatori del pronto soccorso che notano casi sospetti da denunciare, ma oggi si avvia la sperimentazione di un servizio pionieristico che può essere d'aiuto anche alle forze dell'ordine, ai servizi sociali e alle autorità giudiziarie sul fronte della prevenzione".


La presidente Marini ha quindi ricordato che purtroppo l'Umbria "ha un numero alto di violenze in famiglia che in alcuni casi sono sfociate nell'uccisione di una donna o di minori".


"Questi dati di cronaca – ha concluso – richiedono una risposta della rete dei servizi e delle istituzioni per ridurre il più possibile il triste fenomeno attraverso interventi di tipo medico e culturale, con i coinvolgimento di tutti coloro che hanno un ruolo o che possono avere un ruolo fondamentale, dalle strutture sanitarie, alle forze dell'ordine, ai centri antiviolenza, alle case rifugio, all'associazionismo".


"I servizi sono importanti – ha dichiarato il vicesindaco  di Terni, con delega al Welfare Francesca Malafoglia – fondamentale è l'aspetto culturale e di prevenzione. L'elemento culturale deteriorato va scardinato, con interventi che devono partire dalla formazione scolastica e che devono essere costantemente presente. Le nostre comunità sono profondamente colpite da episodi di femminicidio che hanno effetti drammatici sulle donne colpite, sui minori coinvolti, sulla comunità in generale. Occorre uscire dalle logiche di attesa dell'irreparabile ma agire con servizi ridefiniti, che vanno a coprire i bisogni, quello della prevenzione e del contrasto della violenza di genere è sicuramente un bisogno della nostra società. Su questo fronte l'impegno è assoluto e la sinergia con istituzioni e soggetti pubblici e privati è fondamentale".


 


Ultimo aggiornamento: 04/04/2016