Neuropsichiatria infantile Orvieto, replica della direzione della Usl Umbria 2 alla lettera aperta di alcuni familiari di assistiti



NEUROPSICHIATRIA INFANTILE ORVIETO, PRECISAZIONI DELLA DIREZIONE DELL’AZIENDA USL UMBRIA 2

ORVIETO - In riferimento alla lettera aperta di alcuni genitori di assistiti nel servizio di Neuropsichiatria Infantile di Orvieto, come contributo alla comprensione della situazione reale del Servizio in questione e per una corretta informazione all’opinione pubblica la Direzione Aziendale ritiene doveroso precisare quanto segue:

Il Servizio di Neuropsichiatria Infantile e dell'Adolescenza (NPIA) di Orvieto non ha “90 giovanissimi con sintomi riferibili all'ADHD", ma fortunatamente la numerosità è molto ridotta, come si evince dalla documentazione clinica in possesso del Servizio stesso.

Non risulta a questa Direzione la difficoltà ad effettuare GLH, Gruppi di lavoro handicap per l’integrazione scolastica. Vi è la massima partecipazione ai gruppi da parte della Azienda sanitaria attraverso i propri dipendenti, da 9 mesi, come possono testimoniare i dirigenti scolastici, gli operatori, anche di altri Distretti Sanitari che si sono recati ad Orvieto per dei GLH con partecipazione mista, i familiari degli utenti cui sono stati dedicati.

Stesso discorso per le presunte difficoltà ad ottenere valutazioni e certificazioni necessarie per il riconoscimento di legge. L’attività valutativa in équipe multidisciplinare rappresenta uno dei pilastri del Servizio e non è mai stata sospesa nonostante l’emergenza sanitaria in corso.

L’Azienda, con uno sforzo organizzativo, ha previsto un posto specifico in pianta organica ad Orvieto per un neuropsichiatra infantile (lo specialista che prestava servizio proveniva da altro Distretto Sanitario), incaricando poi la Dr.ssa Costantini con assunzione a tempo indeterminato. Si precisa che la Dr.ssa Costantini, che vive a Roma, è tornata nella sua città perchè ha vinto lì una selezione al Reparto di Neuropsichiatria Infantile del Policlinico Umberto I ed ha lasciato il suo incarico presso di noi. La Direzione si è prontamente attivata ed ha emanato una Delibera per l'assegnazione del posto di Neuropsichiatra Infantile ad un'altra specialista (l'unica presente nelle graduatorie aziendale) ma questa ha rifiutato l'incarico. Abbiamo attivato altre soluzioni (tra queste l'invio temporaneo di specialisti attualmente impiegati a Terni), al fine di garantire la continuità assistenziale.

Una criticità è sicuramente rappresentata dall’assenza in Umbria di una Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile e quindi da una carenza generalizzata di specialisti che dovranno, con ogni probabilità, provenire da altra regione.

Il Servizio di NPIA di Orvieto è ubicato in uno spazio limitato e la direzione è alla ricerca delle migliori soluzioni per una nuova collocazione.

Malgrado tali difficoltà, il servizio è in grado di offrire comunque assistenza di qualità grazie all’attività di una psicologa, la dr.ssa Pannunzi, che ha scelto di prestare servizio ad Orvieto.
La sua competenza e passione nel lavoro sono state evidenti in tutti i servizi in cui ha lavorato finora e lo sono ancora di più ad Orvieto. Sia nel settore della logopedia che in quello della fisioterapia la Usl Umbria 2 vanta professionisti qualificati che sono capaci di svolgere il loro lavoro secondo standard altissimi mentre l’attività del Centro Diurno per i Disturbi dello Spettro Autistico è parte attiva del Coordinamento dei Centri Diurni aziendali per l'età evolutiva che è l'unica struttura del genere esistente in Italia. Nel dicembre 2018 si è svolto a Parrano, nell'area di Orvieto, un Convegno sui Disturbi dell'Apprendimento in cui è stata formulata la proposta di costituire un Coordinamento per tutti gli interventi nel settore svolti sul territorio aziendale. Tale proposta è divenuta un progetto che ha consentito l'elaborazione di programmi e strumenti di lavoro che hanno migliorato la formazione del personale e costituito l'embrione per un lavoro articolato da svolgersi su tutto il territorio regionale. E' da quel Convegno che è nato il Coordinamento tra i Servizi di NPIA e tutte le scuole pubbliche. Progetto che viene portato avanti in tutti i Distretti e che ad Orvieto è curato dalla Dr.ssa Pannunzi. Il tutto è ben coordinato dal Prof. Augusto Pasini, professionista rinomato e riconosciuto da tutti.

Un’ultima considerazione riguarda gli investimenti per la neuropsichiatria Infantile e la comunicazione con gli interessati. L’Azienda crede che ogni investimento effettuato nell'età evolutiva sia un investimento lungimirante sul futuro. Se lavoriamo bene in età evolutiva, con i mezzi e le competenze necessarie, a lungo andare il lavoro si traduce in risparmio per tutto il sistema sanitario ed anche per quello sociale, perchè il disagio si ridurrà nelle epoche della vita successive. Su queste posizioni la Direzione Aziendale è perfettamente solidale e sta lavorando per realizzare tali obiettivi. Ben venga un'unità d'intenti in questo campo tra tutti coloro che ne sono interessati.





A.T. 3 agosto 2020
AZIENDA USL UMBRIA 2




CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE AZIENDA USL UMBRIA 2

  RIENTRI DALL'ESTERO

REGIONE UMBRIA / SEZIONE CORONAVIRUS TUTTE LE INFORMAZIONI



Scarica e stampa

LOCANDINA "RIPARTIAMO SEMPRE PROTETTI E DISTANZIATI" vers. pdf
LOCANDINA "#RISPETTO" vers. pdf





 

#unopertuttituttiperuno 
Il decalogo delle buone regole per la fase due nella campagna della Questura di Terni, dell'Anci e della Usl Umbria 2













TUTTE LE NEWS AZIENDA USL UMBRIA 2
RIENTRI DALL'ESTERO



Attualmente il Ministero della Salute ha stabilito che non è possibile entrare né transitare in Italia per i soggetti che provengono dai seguenti paesi:
Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kosovo, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia


Obbligatoria la quarantena di 14 giorni di isolamento fiduciario per i soggetti provenienti da
Algeria, Australia, Bulgaria, Canada, Georgia, Giappone, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Repubblica di Corea, Romania, Thailandia, Tunisia, Uruguay.


Resta comunque l’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per tutte le persone fisiche provienti da Stati o Paesi esteri diversi da quelli facenti parte dell’Unione Europea, Stati parte dell’accordo di Schengen, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano ovvero che vi abbiano soggiornato nei 14 giorni anteriori all'ingresso in Italia. Come ulteriore misura di prevenzione e tutela soprattutto delle persone anziane e fragili, si raccomanda a tutti coloro che rientrano dai paesi sopra citati o che ospitano soggetti provenienti dai paesi sopra citati di contattare, per avere tutte le informazioni utili e necessarie

  • il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Usl Umbria 2 tramite email a prevenzione@uslumbria2.it 
  • oppure il numero verde regionale NUS 800.63.63.63 (ore 8-18 dal lunedì al venerdì esclusi festivi)
Filmato del ministero della Salute con le istruzioni principali per viaggiare verso il nostro Paese.



CONTATTI

  
Numero verde gratuito, in Umbria per fornire tutte le informazioni utili sui fattori di rischio dell'infezione coronavirus Covid-19. Gli specialisti rispondono alla cittadinanza dalle ore 8:00 alle ore 20:00 dal lunedì alla domenica, al numero 800.63.63.63 mentre, per le ore notturne, si può contattare il numero di pubblica utilità del Ministero della Salute 1500.


MEDICI DI MEDICINA GENERALE E PEDIATRI DI LIBERA SCELTA AZIENDA USL UMBRIA 2

SERVIZIO DI IGIENE E SANITA' PUBBLICA AZIENDA USL UMBRIA 2

CONTATTI GUARDIA MEDICA - CONTINUITA' ASSISTENZIALE







INFORMATI CORRETTAMENTE
MINISTERO DELLA SALUTE
REGIONE UMBRIA
ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA'
EPICENTRO
PROTEZIONE CIVILE
AIFA
AZIENDA OSPEDALIERA DI PERUGIA

AZIENDA OSPEDALIERA DI TERNI
AZIENDA USL UMBRIA 1

AZIENDA USL UMBRIA 2








            
          
                       (A.T. 02/08/2020)






Ultimo aggiornamento: 11/08/2020