Tvb, very beautiful trip, lo spettacolo dei ragazzi dei centri diurni Usl Umbria 2


TERNI - Anche quest'anno torna puntuale, a Terni, lo spettacolo dei ragazzi dei centri diurni Girasole e Macondo dell'Azienda Usl Umbria 2. L'appuntamento è al teatro Secci, il prossimo 6 giugno alle ore 21, con "TVB, very beautiful trip", a cura della regista Sabina Proietti. Il tema scelto è l’amicizia ed una riflessione sull’importanza del processo creativo e sul percorso individuale e di gruppo che precede la costruzione dello spettacolo. Il significato profondo è la consapevolezza che lo spettacolo non è un semplice obiettivo estetico da raggiungere, ma in realtà serve solo da stimolo, è una scusa per vivere un’esperienza di trasformazione e di crescita che avviene durante il viaggio per arrivarci. Per questo, per introdurre l'esibizione, si è scelta una frase di Paulo Coelho “La vita è il treno, non la stazione ferroviaria e finora tu non hai viaggiato, hai solo cambiato paese, una cosa del tutto diversa…"


tvb

Very Beautyful Trip


06 Giugno 2016 ore 21.00

Caos / Teatro Secci. Terni


Conduzione e Regia
Sabina Proietti


Con:
Giulia Angelozzi, Fabio Barbarossa, Martina Barboni, Alessio Bernardini,  Francesco Bizzoni, Elena Bobbi, Fabrizio Cavallari, Cristina Ciotti, Alina Fabi, Ilaria Fausti, Ester Garofoli, Antonella Locci, Matteo Madolini, Valentina Pettinacci, Claudia Proietti, Maurizio Sanfilippo, Laila Santirosi, Luca Stefanangeli, Francesco Busi Tosti.


Info e prenotazioni 0744/204017


In collaborazione con:

Comune di Terni – Caos

ATI (Coop Sociali Terni)

CDAM (Scuola Popolare di Musica S. Albasini)

FringeTeatro Ass. Cult.

Luci e fonica: Stas

Grafica: Francesco Bellucci

Immagine di copertina a cura del laboratorio espressivo “Abilmente diversi”





La presentazione -
Il progetto teatrale integrato, dopo anni di pratica, tra ricerca artistica e strategie terapeutiche,  approda anche quest’anno alla presentazione del nuovo spettacolo. Forte è il desiderio e la necessità,  per  rinnovare il senso del lavoro di educatori e ragazzi, di continuare a confrontarsi e dialogare con l’esterno, con un pubblico vario, con la società.


Il corpo, strumento di espressione e comunicazione, tema della ricerca teatrale, è al centro sia della rappresentazione che della relazione, un mezzo importante per incontrare gli altri. Si lavora con l’individuo cercando però di coinvolgere e prendere in considerazione anche la società che ruota intorno all’individuo stesso. Si chiede al teatro, sfruttando la sua forma di scambio diretta e immediata con il pubblico, di mettere i ragazzi in contatto con la realtà e di promuovere una forma nuova di comunicazione, un nuovo linguaggio per far parlare la differenza. Ciò che fa il teatro è quello di assumere il limite e la diversità come possibilità e affermare che questa esperienza può essere identificata non come un soggetto altro rispetto al teatro, ma rientrare a pieno titolo nel teatro stesso. Non un mondo a parte ma una parte di mondo che quotidianamente deve misurarsi con ogni forma di differenza.

Il progetto teatrale integrato Girasole e Macondo,  finalizzato alla messa in scena di uno spettacolo, vuole valorizzare al massimo le originalità, le proposte creative e il contributo artistico di ogni singolo individuo ad un lavoro di gruppo. Ogni attore trasforma il “corpo oggetto” in “corpo soggetto” e organizza la sua presenza attiva nello spazio attraverso posture, movimenti, gesti, sviluppando così la sensazione di “esserci” e facendo “esperienza di sé”.




L'Azienda Usl Umbria 2 invita la cittadinanza a partecipare.



(A.T. 31.5.2016)




LA NOTIZIA QUOTIDIANA

                                                                                                                     


Ultimo aggiornamento: 07/06/2016