Incontro pubblico con la presenza del direttore generale Massimo De Fino: "Al lavoro per realizzare il nuovo ospedale di Cascia"





CASCIA - Alla presenza delle autorità istituzionali cittadine è stato presentato a Cascia il progetto del nuovo ospedale la cui prima pietra verrà posata il prossimo 22 maggio.

"L'ospedale sorgerà nel sito del vecchio nosocomio - ha spiegato il direttore generale dell'Azienda Usl Umbria 2 dott. Massimo De Fino - e sarà costruito con criteri estremamente moderni. Sarà una struttura praticamente autosufficiente dal punto di vista energetico e molto sicura dal punto di vista sismico".

Il manager sanitario ha ribadito l'impegno della direzione strategica della Usl Umbria 2 per potenziare la sanità in Valnerina portando nuovi specialisti, medici di medicina generale e medici del servizio di contiinuità assistenziale per rendere attrattivo il territorio e per offrire risposte qualificate alla popolazione. 

"In questo quadro il nuovo ospedale di Cascia - ha dichiarato il dott. Massimo De Fino - sarà una struttura moderna e innovativa, dal punto di vista strutturale e organizzativo e ospiterà tutti i servizi assistenziali e di cura propri di un ospedale 'di comunità', a partire da quelli di base come primo soccorso e ambulatori specialistici, fino alla riabilitazione territoriale e intensiva con una dotazione di venti posti letto. Nel nuovo edificio verrà attivata inoltre una residenza protetta per fornire una risposta ai bisogni delle persone anziane".




Il nuovo ospedale di Cascia - L'ospedale sarà un edificio su tre piani costruito secondo criteri antisismici e pressoché autosufficiente dal punto di vista energetico. È uno stabilimento del presidio di Spoleto di tipo riabilitativo, con 20 posti letto per il recupero di riabilitazione funzionale e 20 per l'ospedale di comunità. Il prossimo 22 maggio - ha annunciato il direttore generale dell'Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino - ci sarà la posa della prima pietra e l'avvio dei lavori.



All'incontro pubblico ha partecipato anche il direttore del dipartimento di Riabilitazione della Usl Umbria 2 dott. Mauro Zampolini che ha incentrato il suo intervento sull'importanza della riabilitazione per l'azienda sanitaria e per la popolazione residente in Valnerina, "una disciplina medico specialistica - ha dichiarato - che verrà ulteriormente rafforzata con strumenti innovativi grazie ai programmi di sviluppo definiti e approvati dalla direzione strategica".

"D'altronde - ha concluso il dott. Mauro Zampolini - la riabilitazione a Cascia vanta una grande e qualificata competenza tecnica dei professionisti e gode di un'atmosfera spirituale particolarmente favorevole. Inoltre, ci sono studi clinici che dimostrano come la spiritualità rappresenti un elemento importante per migliorare le possibilità di recupero delle persone. Anche in questo senso Cascia, come luogo di culto con grande storia e grande tradizione, può giocare un ruolo importante ".





    (A.T. 17.05.2023) 



Ultimo aggiornamento: 17/05/2023



img social