13 settembre 2018, Giornata mondiale della sepsi “Stop sepsis, save lives”






Al primo Congresso Mondiale per la Sepsi nel 2016 il mese di settembre è stato dichiarato il mese per la lotta alla Sepsi; in tutto il Mondo ogni 13 Settembre viene promossa la Giornata Mondiale sulla Sepsi “WORLD SEPSIS DAY”, vengono organizzati eventi che rappresentano un’importante occasione per incrementare la consapevolezza e le conoscenze sulla sepsi e per combatterla.

Che cos’è la sepsi?
La sepsi è una risposta non controllata dell’ospite ad un’infezione che porta a una disfunzione d’organo pericolosa per la vita.

Perché dobbiamo mettere un focus sulla sepsi?
La lotta alla sepsi rappresenta una sfida sanitaria globale, affligge 31.500.000 persone e causa 5.300.000 decessi ogni anno, nella maggior parte prevenibili .
Rappresenta la prima causa di morte per infezione, in particolare se misconosciuta e non trattata tempestivamente, uccide dieci volte più dell’infarto, quattro volte di più del tumore del colon, cinque volte di più dell' ictus ed è causa o fattore contribuente nella metà dei decessi in ospedale.


Anche per la sepsi si ripropone il concetto di "golden hour(s)" e si sottolinea l’analogia con i principi di trattamento dei gravi quadri clinici di particolare complessità e delle patologie tempo dipendenti come il politrauma, l’infarto miocardico acuto (IMA), lo stroke “time to needle”. E', infatti, ampiamente dimostrato che il tempestivo riconoscimento associato a una gestione terapeutica adeguata nel tempo e nei metodi permette una prognosi più favorevole. Moltissime morti potrebbero essere evitate con una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo.

Con l’obiettivo di riconoscere e trattare tempestivamente la sepsi e ridurne la mortalità il Centro per la Gestione del Rischio Sanitario e la Sicurezza del Paziente (C.R.S.S.P.) della Regione Umbria ha elaborato il documento “Linee di indirizzo per la gestione della SEPSI e dello Shock settico” deliberato dalla Giunta Regionale il 09/07/2018 (DGR n. 754) e ha definito il Percorso sepsi di riferimento e gli strumenti applicativi per garantire la messa in atto degli interventi diagnostico-terapeutici sia a livello extraospedaliero che in ambito ospedaliero basato sulle evidenze scientifiche più aggiornate.








(A.T. 7.9.2018)


Ultimo aggiornamento: 18/09/2018