CERCA UN SERVIZIO

Medicina legale - Accertamento invalidità

Descrizione del servizio

Accertamento invalidità civile, cecità civile, sordomutismo ed handicap
Consiste nel riconoscimento di uno stato invalidante, non dovuto a causa di servizio, lavoro o di guerra, in base al quale l'interessato può ottenere benefici economici e/o socio-sanitari previsti dalla legge, a seconda del grado di invalidità: l’iscrizione nelle liste speciali per il collocamento mirato al lavoro, l’erogazione di protesi e ausili, l’esenzione dai ticket sanitari, provvidenze economiche, come per esempio l’indennità di accompagnamento.


Invalidi civili
La categoria degli invalidi civili avente diritto alle prestazioni assistenziali ed economiche è direttamente ricavabile dalla legge (art. 2, comma secondo, legge n. 118/1971) secondo cui si considerano mutilati ed invalidi civili:

i cittadini di età compresa tra i 18 e i 65 anni, affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo, compresi gli irregolari psichici per oligofrenia di carattere organico dismetabolico, insufficienze mentali degenerative da effetti sensoriali o funzionali che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore ad un terzo;

i minori di 18 anni, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età;

i cittadini ultra sessantacinquenni che abbiano difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.

Norme specifiche, inoltre, riguardano particolari forme di invalidità, che danno diritto alle relative prestazioni pensionistiche e indennità:


Ciechi civili
Sono ciechi civili i cittadini la cui cecità, congenita o acquisita, non sia dovuta a cause di guerra, di infortunio sul lavoro o di servizio. Sono distinti in: ciechi totali:

coloro che sono colpiti da totale mancanza della vista in entrambi gli occhi;

coloro che hanno la mera percezione dell'ombra e della luce o del moto della mano in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore;

coloro il cui residuo perimetrico binoculare sia inferiore al 3 per cento.


Ciechi parziali

coloro che hanno un residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con eventuale correzione;

coloro il cui residuo perimetrico binoculare sia inferiore al 10 per cento.


Sordomuti
Si considera sordomuto il minorato sensoriale dell'udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l'età evolutiva, che gli abbia impedito il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio.


COME
Secondo quanto previsto dalla normativa vigente le domande di invalidità civile ed equivalenti (cecità, sordità, handicap ecc.) devono essere presentate all'Inps con procedura telematica on line, tramite l'accesso informatico del proprio medico di famiglia e, successivamente, di un patronato o del diretto interessato. La persona interessata è poi convocata per una visita medico-legale da una commissione medica istituita allo scopo presso l’USL, la quale trasmette per via telematica all’INPS il
proprio giudizio. Solo dopo la validazione da parte dell’INPS, effettuata entro 60 gg, il verbale di accertamento contenente la patologia riconosciuta ed il grado di invalidità viene trasmesso all’interessato, sempre da parte dell’INPS. Resta salva la facoltà dell’INPS stesso di chiamare a visita diretta l’interessato per una eventuale verifica sul suo stato.

Al momento della visita, l’interessato dovrà esibire alla commissione medico-legale:
- un documento di riconoscimento in corso di validità;
- eventualmente il certificato del medico di base abbinato alla domanda (il più delle volte è già disponibile on line);
- copia di tutta la documentazione sanitaria (cartelle cliniche, referti di analisi, relazioni sanitarie, ecc.) relativa alle patologie certificate dal medico di base.


DOVE
Le visite collegiali sono effettuate presso le seguenti sedi:
Medicina legale Terni, Via D. Bramante 37 Terni 1° piano scala D/E, tel. 0744/204370
Medicina legale Narni, Via Tuderte Narni Scalo, tel. 0744/740324
Medicina legale Amelia, Piazza Vera, tel. 0744/901409 - 0744 /901413
Medicina legale Orvieto, PES Orvieto Centro, via Postierla, tel. 0763 307421 - 0763 307425
PES di Orvieto Scalo tel. 0763/307422
Medicina legale Foligno, Via del Campanile 12, tel. 0742/339582-339505-339511
Medicina legale Spoleto, Via San Carlo, 1 tel. 0743/210731-210725
Medicina legale Norcia, Via Cavour, tel. 0743/815620


Accertamento dell’handicap

L’accertamento dell’handicap è una procedura a carattere medico-sociale, in quanto si tratta di una valutazione che tiene conto non solo degli aspetti sanitari, ma anche degli aspetti sociali e familiari della vita della persona disabile. I criteri valutativi e le procedure sono regolamentate dalla legge 104/92. In base al grado di handicap, la persona disabile ha diritto a fruire di una serie di benefici, non di tipo pensionistico, previsti dalla legge stessa e successive modifiche.


COME
La domanda di riconoscimento della condizione di handicap segue le stesse modalità previste per l’accertamento dell’invalidità civile.

La persona disabile anche in questo caso è visitata dall’apposita commissione istituita presso l’USL di competenza territoriale. E’ possibile richiedere la visita a domicilio quando la persona non deambula.


DOVE
Sedi struttura di Medicina Legale



Ultimo aggiornamento: 01/09/2017