Emergenza sanitaria Coronavirus, si entra nella fase due con il DPCM 26 aprile 2020 in vigore da lunedì 4 maggio


ROMA  - Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ha annunciato le misure per il contenimento dell'emergenza Covid-19 nella cosiddetta "fase due”, che avranno valenza dal 4 maggio e per le successive due settimane.


DPCM 26.4.2020
FASE DUE, DOMANDE FREQUENTI
COVID-19. DOMANDE E RISPOSTE
COVID-19 IN UMBRIA
MODELLO AUTODICHIARAZIONE PER SPOSTAMENTI




Importante mantenere la distanza sociale (anche in ambito familiare)
 

"Grazie ai sacrifici fin qui fatti stiamo riuscendo a contenere la diffusione della pandemia e questo è un grande risultato se consideriamo che nella fase più acuta addirittura ci sono stati dei momenti in cui l'epidemia sembrava sfuggire a ogni controllo. Avete manifestato tutti forza, coraggio, senso di responsabilità, di comunità. Adesso inizia per tutti la fase di convivenza con il virus e dobbiamo essere consapevoli che in questa nuova fase, la fase due, la curva del contagio potrà risalire in alcune aree del Paese. Dobbiamo dircelo chiaramente, questo rischio c'è. Nella fase due quindi sarà ancora più importante mantenere le distanze di sicurezza” ha dichiarato il Presidente Conte, sottolineando come sia importante che la distanza sociale sia mantenuta anche in ambito familiare.


Fondamentale l’uso di dispositivi di protezione individuale
 

Oltre alla distanza sociale sarà importante, in questa seconda fase, l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Proprio su questo fronte, il Presidente ha annunciato la firma da parte del Commissario Arcuri dell’ordinanza che fissa a un massimo di 0,50 euro il prezzo delle cosiddette mascherine chirurgiche.


Gli spostamenti
  

Saranno possibili all’interno di una stessa regione per motivi di lavoro, di salute, necessità o visita ai parenti; gli spostamenti fuori regione saranno invece consentiti per motivi di lavoro, di salute, di urgenza e per il rientro presso propria abitazione.

Obbligatorio l’utilizzo delle mascherine sui mezzi pubblici.


L’accesso ai parchi
  

Sarà consentito l’accesso ai parchi pubblici rispettando la distanza e regolando gli ingressi alle aree gioco per bambini, fermo restando la possibilità da parte dei sindaci di precludere l’ingresso qualora non sia possibile far rispettare le norme di sicurezza.


Cerimonie religiose
  

Per quanto riguarda le cerimonie religiose, saranno consentiti i funerali, cui potranno partecipare i parenti di primo e secondo grado per un massimo 15 persone. Inoltre, già nei prossimi giorni si studierà un protocollo che consenta quanto prima la partecipazione dei fedeli alle celebrazioni liturgiche in condizioni di massima sicurezza.


Divieto di uscire per chi ha più di 37.5 gradi di febbre

Previste regole più stringenti per chi ha febbre sopra i 37.5 gradi e sintomatologie respiratoria: obbligo di restare a casa e avvertire il proprio medico.


Sì al cibo take away
  

Per quanto riguarda le attività di ristorazione, oltre alla consegna a domicilio, sarà consentito il ritiro del pasto da consumare a casa o in ufficio.


Via libera alle attività manufatturiere, di costruzioni, intermediazione immobiliare e commercio all’ingrosso

A partire dal 4 maggio potranno quindi riprendere le attività manifatturiere, di costruzioni, di intermediazione immobiliare e il commercio all’ingrosso. Per queste categorie, già a partire dal 27 aprile sarà possibile procedere con tutte quelle operazioni propedeutiche alla riapertura come la sanificazione degli ambienti e per la sicurezza dei lavoratori.  


Attività sportive
  

Per consentire una graduale ripresa delle attività sportive, a partire dal 4 maggio saranno consentite le sessioni di allenamento a porte chiuse degli atleti di sport individuali.






Disposizioni per chi rientra in Umbria

Nella  "Fase 2" gli strumenti per mantenere gli obiettivi raggiunti e contenere sempre di più la propagazione dell'infezione prodotta dal Covid-19, è opinione consolidata in base a numerosi studi scientifici, che due fattori determinanti siano rappresentati dalle "2 T", ovvero dalla Tracciatura dei contatti e dai Test: per tale ragione – la Direzione alla Salute della Regione Umbria – informa che è importante che tutti i cittadini che, in seguito all'allentamento, a partire dal 4 maggio, delle misure di contenimento previste dal DPCM del 26/04/2020, faranno o hanno già fatto ingresso nel territorio umbro provenienti da altre regioni italiane, diano comunicazione a uno dei 2 seguenti indirizzi di posta elettronica a seconda del Comune presso il quale abbiano la residenza, indicando nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico:


prevenzione@uslumbria1.it
   

prevenzione@uslumbria2.it (territorio provinciale di Terni e distretti di Foligno, Spoleto, Norcia-Cascia)


I cittadini che lo faranno verranno richiamati dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica del proprio Distretto che provvederà, se opportuno, a offrire sia il test sierologico che il tampone molecolare, dandone comunicazione tempestiva al Medico di Medicina Generale. 

Il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica si farà carico, una volta ottenuto il referto, di gestire il restante percorso, compresa l'adozione di eventuali misure contumaciali qualora necessarie.

Si ricorda inoltre che la Circolare del 2 maggio 2020 del Ministero dell'Interno chiarisce che, una volta che si sia fatto rientro, non saranno più consentiti spostamenti al di fuori dei confini della Regione in cui ci si trova, qualora non ricorra uno dei motivi legittimi di spostamento indicati nella circolare stessa.

La Direzione sanitaria evidenzia che "in questa fase risulta indispensabile adottare i comportamenti indicati, innanzitutto per proteggere la salute di tutti i cittadini umbri, ma anche per poter progredire verso una fase di ulteriore apertura delle attività produttive". 



Coronavirus, online sul sito istituzionale della Regione Umbria la nuova sezione dedicata con tutte le informazioni utili

#coronavirusumbria Perugia – Da oggi, lunedì 27 aprile, è online sul sito istituzionale della Regione Umbria la nuova sezione del portale dedicata all'emergenza Coronavirus. Il nuovo portale sostituisce quello esistente, già attivo dall'inizio dell'emergenza.

All'indirizzo http://www.regione.umbria.it/coronavirus sono quindi visibili nuovi contenuti e tutte le informazioni utili divise per argomenti a seconda dei bisogni delle diverse categorie di utenti che in esso cercano le notizie, in una nuova veste grafica.

Obiettivo principale del rinnovamento è quello di fornire un servizio informativo completo, trasparente, chiaro e facilmente fruibile, pensato soprattutto per garantire una navigazione efficace e veloce, grazie alla quale gli utenti, attraverso i pulsanti sulla homepage, potranno immediatamente aprire la sezione di interesse. Gli argomenti sono suddivisi infatti nelle categorie Salute, Consigli, Cittadini, Lavoro, Attività economiche, Scuola e Università, Sociale, Aggiornamento dati (Dashboard), Donazioni e la categoria che riporta le Ordinanze, i documenti e i Decreti.






COVID-19 TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

MISURE NAZIONALI DI CONTENIMENTO DEL CONTAGIO


DISPOSIZIONI E INFORMATIVE AZIENDA USL UMBRIA 2 ALLA POPOLAZIONE


TUTTE LE NEWS AZIENDA USL UMBRIA 2

DATI NAZIONALI

DATI REGIONALI


MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO INTERNO (FOCUS COVID-19 E MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE)



CONTATTI

  
Numero verde gratuito, in Umbria per fornire tutte le informazioni utili sui fattori di rischio dell'infezione coronavirus Covid-19. Gli specialisti rispondono alla cittadinanza dalle ore 8:00 alle ore 20:00 dal lunedì alla domenica, al numero 800.63.63.63 mentre, per le ore notturne, si può contattare il numero di pubblica utilità del Ministero della Salute 1500.


MEDICI DI MEDICINA GENERALE E PEDIATRI DI LIBERA SCELTA AZIENDA USL UMBRIA 2

SERVIZIO DI IGIENE E SANITA' PUBBLICA AZIENDA USL UMBRIA 2

CONTATTI DIPARTIMENTO PREVENZIONE AZIENDA USL UMBRIA 2

CONTATTI GUARDIA MEDICA - CONTINUITA' ASSISTENZIALE







INFORMATI CORRETTAMENTE
MINISTERO DELLA SALUTE
REGIONE UMBRIA
ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA'
EPICENTRO
PROTEZIONE CIVILE
AIFA
AZIENDA OSPEDALIERA DI PERUGIA

AZIENDA OSPEDALIERA DI TERNI
AZIENDA USL UMBRIA 1
AZIENDA USL UMBRIA 2









           

          (A.T. 27.04.2020)




Ultimo aggiornamento: 06/05/2020