Orvieto, seminario promosso dal Cersag su "Percorsi per il contrasto alle mutilazioni genitali femminili. Prospettive locali, nazionali e internazionali"



ORVIETO - Importante iniziativa formativa organizzata dal CERSAG, Centro Regionale per la Salute Globale, dal titolo "Percorsi per il contrasto alle MGF. Prospettive locali, nazionali e internazionali" in programma presso il DigiPASS di Orvieto il 28 giugno, 09:30-16:30.


Le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) - spiegano i promotori dell'evento - rappresentano una grave forma di violenza di genere, una palese violazione dei diritti della donna e una forma violenta di subordinazione di donne e bambine, finalizzata al controllo del corpo e del ruolo della donna nella società e basata su norme di genere e relazioni di potere asimmetriche in totale contraddizione ai principi di uguaglianza di genere. Oltre che umilianti, le mutilazioni genitali sono estremamente dolorose fisicamente e traumatiche a livello psicologico. Causano complicanze a breve, medio e lungo termine legate soprattutto a patologie infiammatorie, ostetriche, psico-sessuali e esiti cicatriziali che condizionano la salute e la qualità di vita della donna e delle bambine.

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile adottati dalle Nazioni Unite nel settembre 2015 contemplano, fra gli altri, l'eliminazione entro il 2030 di pratiche intollerabili come le MGF e i matrimoni precoci.



 Programma Seminario MGF



Porre fine alle MGF richiede collaborazione fra tutti gli attori interessati, tra cui decisori politici ad ogni livello, la società civile con tutti i suoi movimenti e gruppi per la tutela dei diritti delle donne e delle bambine, le figure chiave di servizi pubblici come gli insegnanti, gli operatori sanitari e le forze dell’ordine, come anche i leader religiosi e di comunità. L’azione per il contrasto alle MGF, peraltro, si configura come uno strumento che può favorire il potere e l'azione delle ragazze e delle donne di autodeterminarsi e di esercitare i propri diritti umani, costruendo il proprio futuro e la propria comunità.

Per cui, promuovere un’azione volta all’eliminazione delle MGF significa anche lavorare per l’uguaglianza di genere e per l’empowerment delle donne. Il CERSAG (Centro Regionale per la Salute Globale), insieme a CIDIS Impresa Sociale - ETS, per conto della Regione Umbria ha realizzato a partire dal 2020 un progetto che ha inteso approfondire e contrastare il fenomeno delle MGF nel territorio regionale, sensibilizzando il personale socio-sanitario e favorendo lo sviluppo di attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione per le donne e le bambine sopravvissute ed a rischio MGF.

Questo seminario è l’ultima azione prevista dal progetto “Le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF): un fenomeno globale da conoscere e prevenire” e può essere l’occasione per valutare quanto fatto finora, nonché per rilanciare nuove opportunità attraverso la rete di collaborazioni che pian piano si è costruita attorno alle attività.




 (A.T. 14.06.2023)


Ultimo aggiornamento: 15/06/2023



img social